Laudato si’, mi’ Signore

Sono cresciuta in una scuola cattolica piuttosto rigida. Vedevo quella scelta, la vocazione alla vita consacrata, come una costrizione e una rinuncia alla vita. Poi, un giorno ci viene proposto il famoso film di Zeffirelli su San Francesco e i miei occhi si aprono! Quanta bellezza! Quanta gioia!

Da allora ho sempre avuto un debole per questo umile e coraggioso fraticello – anche durante gli anni (taaanti!) nei quali sono stata lontana dalla nostra Madre Chiesa – tanto da scrivere un tema proprio sul Cantico delle Creature come primo esame all’università. Ricordo ancora lo stupore della professoressa quando, all’orale, mi chiese il motivo di quella scelta insolita per un esame di Letteratura Italiana…ok, è forse il più antico testo poetico scritto in volgare ma, diciamoci la verità, non è esattamente la prima opera che viene in mente quando si citano i capolavori del Belpaese.
E in effetti non so neppure io perché lo scelsi…forse solo per dimostrare che non avevo potuto preparare in precedenza il tema…fatto sta che quella scelta (ok, credo non fu solo per quello) mi valse il mio primo 30 e già questo sarebbe un validissimo motivo per essere eternamente riconoscente a questo straordinario santo.

Questa premessa serve solo per spiegarvi il motivo della mia immensa gioia per il fatto che il prossimo raduno M&M si svolgerà proprio ad Assisi!! E siccome credo di non essere la sola a saltellare di gioia, ho pensato che potremmo prepararci a questo incontro anche insieme ai nostri figli.

Continua

Loretta
Moglie, mamma e insegnante di sostegno nella scuola secondaria di primo grado. Scopre tardivamente la letteratura per l’infanzia ma sta recuperando il tempo perduto! Vive in un perenne desiderio di Dio e cerca faticosamente di non creare troppi danni nelle missioni che le sono state affidate, certa che ci sia Chi scrive dritto anche sulle nostre righe storte.

Vivere il Vangelo da fratelli in un mondo che cambia

Chi può dire le meraviglie, i miracoli che Dio farebbe con noi e attraverso di noi se osassimo fidarci totalmente di Lui, come ha fatto san Francesco! Dio ha un’incredibile fiducia in noi, nonostante le nostre fragilità, limiti, tradimenti, rinnegamenti… È pronto a “rimetterci in piedi”, a riaprirci le porte della sua casa, a mandarci in tutto il mondo, nonostante l’età, la stanchezza, le delusioni (cfr. Elia: 1Re 19). Abbiamo bisogno di ritrovare questa fiducia, di intuire e di sperimentare, come san Francesco, la presenza viva e paterna di Dio.

Fra’ Giacomo Bini

Giacomo Bini, frate francescano e presbitero appartenente all’Ordine dei Frati Minori (OFM), tornato alla Casa del Padre il 9 Maggio 2014 ha respirato a pieni polmoni l’aria nuova del Concilio Vaticano II e la sua vita ed i suoi scritti sono una sintesi armoniosa di “Spiritualità Francescana” e di “Ecclesiologia di Comunione”.

Continua

Filomena Scalise Antonicelli
Sposata e madre di due bambine. Ha conseguito il Baccalaureato in Teologia e la Specializzazione in Teologia Pastorale presso la Pontificia Università Lateranense (Roma). Ha insegnato Religione Cattolica nella scuola pubblica della Diocesi di Roma. Le sue ricerche nell’ambito della Teologia Pastorale riguardano in particolare il tema della Nuova Evangelizzazione.

Tu sei prezioso ai miei occhi

Anno nuovo, vita nuova!

Complice il bisogno di rimettere un po’ d’ordine nella mia vita (e perché non cominciare dalla casa che fra un po’ ci butta fuori?), durante queste vacanze ho provato l’ebbrezza di liberarmi di tanti oggetti che avevo raccolto negli anni ma che ormai avevano il solo obiettivo di impedirci di respirare. È stato difficilissimo, sembrava mi stessero strappando un organo ogni volta ma…abbiamo davvero bisogno di tanta roba? Continua

Loretta
Moglie, mamma e insegnante di sostegno nella scuola secondaria di primo grado. Scopre tardivamente la letteratura per l’infanzia ma sta recuperando il tempo perduto! Vive in un perenne desiderio di Dio e cerca faticosamente di non creare troppi danni nelle missioni che le sono state affidate, certa che ci sia Chi scrive dritto anche sulle nostre righe storte.

Alziamo lo sguardo

Loretta

?Significativo simbolo del Natale di Cristo,
perch? con la sue foglie sempre verdi
richiama la vita che non muore?

(Benedetto XVI)

Ci siamo quasi! Il Natale ? ormai alle porte e, tra addobbi, regali, spesa da fare e biglietti da spedire, il tempo per ricordarsi il vero motivo per il quale ci riuniamo con amici e parenti ? forse un po? pochino…

A venirci in aiuto, per?, tornano ancora una volta i nostri amici libri. E questo mese ve ne propongo parecchi, per tutti i gusti.

Il leitmotiv di questa carrellata sar?…l?albero! Continua

Loretta
Moglie, mamma e insegnante di sostegno nella scuola secondaria di primo grado. Scopre tardivamente la letteratura per l’infanzia ma sta recuperando il tempo perduto! Vive in un perenne desiderio di Dio e cerca faticosamente di non creare troppi danni nelle missioni che le sono state affidate, certa che ci sia Chi scrive dritto anche sulle nostre righe storte.

Nel mondo ma non del mondo

Loretta

Novembre. Questo mese si apre con il ricordo di chi ci ha preceduto nel cammino su questa terra e che ora intercede per noi da Lass?. E, neanche a farlo apposta, ultimamente mio figlio mi sommerge di domande sulla morte, il Paradiso e altre cosette di facile gestione.

Sempre al momento della nanna e sempre quando ho solo voglia che svenga nel pi? breve tempo possibile per imitarlo un attimo dopo.

In una di queste sere, quando le mie parole non riuscivano a sortire l?effetto soporifero sperato ed ero visibilmente in difficolt?, mi sono rifugiata ne La storia di una libellula coraggiosa di Chiara Frugoni. Continua

Loretta
Moglie, mamma e insegnante di sostegno nella scuola secondaria di primo grado. Scopre tardivamente la letteratura per l’infanzia ma sta recuperando il tempo perduto! Vive in un perenne desiderio di Dio e cerca faticosamente di non creare troppi danni nelle missioni che le sono state affidate, certa che ci sia Chi scrive dritto anche sulle nostre righe storte.

Il noce di Sant’Antonio

Loretta
Il libro che vi presento questo mese ? dedicato?a sant?Antonio di Padova.

Forse non tutti sanno che la citt? natale di Sant’Antonio era Lisbona e che Padova ? la citt? in cui ? nato al Cielo e che ospita ancora oggi le sue reliquie.

Il libro ? corredato dalle illustrazioni di Valentina Salmaso e si conclude con un breve glossario seguito da due preghiere: la prima si rivolge proprio a sant?Antonio?e la seconda ? l?inno che il Santo inton? alla Vergine prima di morire.image Continua

Loretta
Moglie, mamma e insegnante di sostegno nella scuola secondaria di primo grado. Scopre tardivamente la letteratura per l’infanzia ma sta recuperando il tempo perduto! Vive in un perenne desiderio di Dio e cerca faticosamente di non creare troppi danni nelle missioni che le sono state affidate, certa che ci sia Chi scrive dritto anche sulle nostre righe storte.

I libri che ci accompagnano nel catechismo

image

I libri che ci accompagnano nell?educazione religiosa dei bambini, oltre alle Sacre Scritture, sono diversi e divisi per fascia di et?.
Con tutti e tre i bambini, ancora in tenera et?, abbiamo cominciato col leggere ?La Bibbia per i pi? piccini? (ed. Usborne), ormai praticamente distrutta talmente l?abbiamo letta e riletta. Il libro narra con poche parole le storie principali del Vecchio e Nuovo Testamento accompagnandole con illustrazioni che incuriosiscono tantissimo i bambini. Continua

Chiara
Moglie e mamma a tempo pieno. Innamorata con tutto il cuore del suo sposo e delle sue tre piccole pesti. Appassionata di cucito e handmade. Cerca di fare della fede in cui crede un vero e proprio stile di vita coerente a santa Romana Chiesa.

UN LIBRO SUL COMODINO: LUIGI E ZELIA MARTIN

image

Santi della normalit?: un sottotitolo davvero azzeccato per questo libro.

Di conseguenza le domande che sorgono sono numerose:
Pu? una coppia di sposi diventare santa?
Com?? possibile?
Come si fa?
Dedicandosi alla famiglia ci si pu? avvicinare di pi? a Dio?
Quanto pu? influire la vocazione al matrimonio sull?educazione dei figli? Continua

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

9th level: Maria, donna fedele

challenge

A riguardo del film ?La Passione? di Mel Gibson si possono avere molte opinioni e fare tanti discorsi. Io l’ho visto pi? volte, ogni volta con tanta fatica e lacrime e devo dire che ad oggi, quando penso, prego o leggo la Passione di Ges?, l’immaginario visivo che mi appare nella mente ? quello legato a questo film, nel bene e nel male.

image

Continua

Rossana
Innamorata di Gesù e appassionata della Chiesa, realizza (o sarebbe meglio dire, inizia a realizzare) la sua Vocazione sposando nel 2008 il suo migliore amico. Laureata in Scienze Religiose, lavora come insegnante di religione nelle scuole superiori. È mamma di quattro meravigliosi bambini.

Bambini, aiutate il mio cuore a vincere!

image

Sai qual è la cosa più bella di questa storia, ciò che la rende diversa da tutte le altre? … Che è una storia vera e non è ancora finita.
E il finale dipende anche da te… Continua

Loretta
Moglie, mamma e insegnante di sostegno nella scuola secondaria di primo grado. Scopre tardivamente la letteratura per l’infanzia ma sta recuperando il tempo perduto! Vive in un perenne desiderio di Dio e cerca faticosamente di non creare troppi danni nelle missioni che le sono state affidate, certa che ci sia Chi scrive dritto anche sulle nostre righe storte.