Intro

imageQuando mi hanno chiesto di scrivere qualcosa riguardo l’infertilit?, il primo pensiero ? stato:

??ma perch? devo farlo io?? ?cosa c?entro io con la sterilit??? Io non sono sterile!!?

Il secondo pensiero invece ? stato un film muto, fatto di immagini al rallentatore.
Ho rivisto volti, sale d?attesa, griglie dove segnare i ?giorni giusti?, elenchi di analisi da fare e ormoni da prendere.
Ho sentito odore d?ospedale, di sangue e in bocca il sapore di lacrime salate.
Ho provato tristezza, sconforto, rabbia, invidia, senso di abbandono.
E una sola domanda in testa: ?Perch? proprio io?? Continua

Mama o non mama
Sposa innamorata, madre mancata. Riflette e si interroga sulla possibilit? di essere donna feconda anche quando i figli tardano ad arrivare.

E’ ?solo” Provvidenza!

Il 3 settembre 2013, giorno in cui abbiamo deciso di sposarci, io e Luca ci trovavamo sul monte Krizevac, a Medjugorje, e come prima cosa abbiamo affidato questa nostra intenzione nelle mani della Madonna, che tanto ci aveva ispirati in quei giorni di pellegrinaggio.

Nei quattro mesi successivi abbiamo custodito questa decisione facendone partecipi solo pochissimi amici intimi. Nel gennaio 2014 abbiamo finalmente informato le nostre famiglie che ci saremmo sposati il 14 giugno dello stesso anno.

Vi confesso che la reazione dei nostri genitori inizialmente non ? stata delle pi? rosee. Sia io che Luca, infatti, non avevamo alle spalle una situazione economica e lavorativa molto stabile: io stavo terminando gli studi in Agraria e facevo qualche lavoretto saltuario part-time; Luca, come libero professionista, sbracciava con grande fatica per rimanere a galla nella deriva della crisi lavorativa. Diciamo che, materialmente parlando, non avevamo proprio niente!

Continua

Veronica
Veronica ? una giovane moglie e mamma di 25 anni.
Nel 2010 inizia una silenziosa conversione nella terra di San Francesco, sotto la paterna guida dei frati minori di Santa Maria degli Angeli.
Incontra Luca nel 2012, lo sposa nel giugno 2014 e nell’aprile 2015 nasce Maria Letizia, la loro prima figlia.
Si impegna, insieme al marito, nella pastorale familiare della diocesi, seguendo gli itinerari di preparazione alla Missione di Sposi e dedicando degli incontri ai genitori della parrocchia che desiderano battezzare i propri figli.
Offrono con entusiasmo, a ragazzi e giovani coppie, la testimonianza del loro cammino.

Come si realizzano le icone

Dopo aver visto cosa sono e come sono le icone, oggi voglio farvi vedere come si realizzano le icone.

Pensiero comune di molti ? che le icone costano tantissimo e per molti il prezzo alto, oltre che a scoraggiarne l?acquisto, ? ingiustificato.
Eppure vi posso confermare che nessun iconografo ? ricco, anzi! Innanzitutto?perch? le materie prime sono molto costose, e l? oro zecchino ed i pigmenti, costosissimi….inoltre?perch? il lavoro ? lunghissimo, tanto che se dovessimo calcolare il tempo e metterlo in conto, vi assicuro che il prezzo dovrebbe essere molto pi? alto!

Pochi sanno e capiscono come sono fatte le icone e tutto il lavoro che necessitano.

Per questo oggi voglio farvi entrare nel mio mondo e farvi vedere l?icona dal di qua, dalla parte di chi le icone le scrive, dalla parte di chi perde giorni e notti a cercare di dare forma alla preghiera, che soffre e si d? pena, perch? l?oro non ? venuto perfetto o l?espressione del volto non ? esattamente come deve essere, che piangendo decide di togliere e rifare perch? ?cos? non va?, che con l? occhio del pittore continua a vedere solo i difetti e gli errori ? ma che alla fine si arrende all? imperfezione delle proprie mani e lascia che la bellezza di Dio illumini e risplenda… e cos? come per magia, tutto diventa bello e l?icona diventa quiete e preghiera che ogni volta mi stupisce e mi fa dire..? ok, ne vale la pena..!?

Il mio insegnante mi diceva: “per fare un? icona servono le tre P, pazienza, pazienza e pazienza!”?E quanto ? vero! Continua

Fabia Barbirato
Pittrice laureata all’Accademia di Belle Arti di Brera. Dal 1994 si appassiona all’iconografia e frequenta vari corsi.
Nel 2001 seguendo un corso nell’Abbazia S. Maria di Pulsano a Foggia, conosce Dimitri che sposa nel 2003. Insieme hanno cinque figli.
Rendendo proprio lo stile di condivisione, umiltà e servizio che caratterizzava i monaci del passato, scelgono di realizzare insieme ogni Icona. Le loro opere sono presenti in numerose collezioni private e varie chiese.
Dal 2013 Fabia insegna Iconografia in corsi serali a Bovolone, in provincia di Verona.

La gioia del sacramento

image

Domenica scorsa ho fatto la mia Prima Comunione. Mi sono vestito con una veste bianca e mi sono seduto in un banchetto tutto decorato di bianco con tanti fiori preparato per me dalle suore.
La Messa ? stata davvero molto bella con tutti i canti in latino. Ero davvero molto emozionato di poter ricevere il corpo di Cristo. ? stato bello fare la Comunione in ginocchio e anche il momento in cui il sacerdote mi ha consacrato alla Madonna e mi ha dato la Medaglia Miracolosa benedetta.
Sono stato davvero felice di vivere questo momento insieme alla mia famiglia e ai nonni.

Enrico

Continua

Chiara
Moglie e mamma a tempo pieno. Innamorata con tutto il cuore del suo sposo e delle sue tre piccole pesti. Appassionata di cucito e handmade. Cerca di fare della fede in cui crede un vero e proprio stile di vita coerente a santa Romana Chiesa.

L’importanza della preghiera in famiglia

imageUn punto fondamentale per la crescita spirituale ? sicuramente la preghiera.

Come qualsiasi altro discorso, ? bene adeguarlo all?et? dei bambini e non proporlo come un peso o un momento noioso ma cercare di trasmettere l?idea che ?la preghiera ? uno slancio del cuore, ? un semplice sguardo rivolto verso il cielo, ? un grido di riconoscenza e di amore sia nella prova sia nella gioia?, insomma il modo diretto per parlare con Dio. Continua

Chiara
Moglie e mamma a tempo pieno. Innamorata con tutto il cuore del suo sposo e delle sue tre piccole pesti. Appassionata di cucito e handmade. Cerca di fare della fede in cui crede un vero e proprio stile di vita coerente a santa Romana Chiesa.

Un fidanzamento da doppia “C”!

Quando una cara amica suora mi invit? ad andare insieme a messa per farmi conoscere una persona, non potevo immaginare come quell?appuntamento avrebbe segnato la mia vita per sempre.

Neanche un anno prima avevo cominciato un percorso di conversione con i frati minori di Assisi e dopo un periodo di totale deserto, sentivo il bisogno di confrontarmi con la mia guida spirituale?confidai questo mio desiderio all?amica suora e questa combin? l?incontro.

Luca mi ? stato presentato con un messale in mano, un viso curioso, simpatico e sorridente?quella stessa sera ci siamo scambiati i numeri e dopo una settimana siamo partiti alla volta di Assisi per i rispettivi colloqui. Da quel momento ? iniziato un periodo di tre mesi di conoscenza fino ad arrivare ad una dichiarazione, la quale diede inizio al nostro percorso da fidanzati.

Continua

Veronica
Veronica ? una giovane moglie e mamma di 25 anni.
Nel 2010 inizia una silenziosa conversione nella terra di San Francesco, sotto la paterna guida dei frati minori di Santa Maria degli Angeli.
Incontra Luca nel 2012, lo sposa nel giugno 2014 e nell’aprile 2015 nasce Maria Letizia, la loro prima figlia.
Si impegna, insieme al marito, nella pastorale familiare della diocesi, seguendo gli itinerari di preparazione alla Missione di Sposi e dedicando degli incontri ai genitori della parrocchia che desiderano battezzare i propri figli.
Offrono con entusiasmo, a ragazzi e giovani coppie, la testimonianza del loro cammino.

Il vino buono – Ora et Labora

Buona settimana amiche care!

Con il Challenge di questo mese?iniziamo un nuovo tema, una nuova sfida e un nuovo viaggio.

Siamo ad un matrimonio al quale sono stati invitati anche Ges? e Maria, al finire del vino, Maria (ma che coraggio hanno le donne?) esorta Ges? a compiere il suo primo miracolo! S?, siamo alle nozze di Cana.

Amo profondamente questo brano che mi ha accompagnata dopo la morte del mio pap? per tanto tempo e ancora oggi fa capolino nella mia vita per dirmi che senza crisi non inizia il vero amore, che il viino finisce sempre ma che il vino nuovo ? pronto per noi!

image

 

Continua

Ora et Labora Team
Una squadra di sei M&M: Cristina Zenoni, Barbara Minetti, Elena Rosso, Elisa Rizzi, Francesca Asta, Katia Turchetti, che ogni mese propone nuovi modi per coniugare catechesi e faccende domestiche, per imparare qualcosa su di s? e sugli insegnamenti del Signore, dedicandosi alla casa e alla famiglia.

Le icone di Cristo e della Madre di Dio

Ciao a tutti,e ben ritrovati!?Eccoci al terzo incontro di ?Che cos?? un? icona?.

Dove eravamo rimasti? Stavamo cercando di dare un senso descrittivo e simbolico alle Icone che vediamo in giro.?Continueremo anche oggi ad approfondire questo aspetto cercando di capire le varie tipologie di Icone, soffermandoci soprattutto sulle Icone di Cristo e le Icone della Madre di Dio.

Come ho gi? spiegato in precedenza, nelle Icone niente ? messo a caso, ogni cosa ha un suo significato e una sua simbologia. Continua

Fabia Barbirato
Pittrice laureata all’Accademia di Belle Arti di Brera. Dal 1994 si appassiona all’iconografia e frequenta vari corsi.
Nel 2001 seguendo un corso nell’Abbazia S. Maria di Pulsano a Foggia, conosce Dimitri che sposa nel 2003. Insieme hanno cinque figli.
Rendendo proprio lo stile di condivisione, umiltà e servizio che caratterizzava i monaci del passato, scelgono di realizzare insieme ogni Icona. Le loro opere sono presenti in numerose collezioni private e varie chiese.
Dal 2013 Fabia insegna Iconografia in corsi serali a Bovolone, in provincia di Verona.

Metodi Naturali e ricerca della gravidanza

RICERCAGRAVIDANZAHo deciso di scrivere a proposito di questo tema perch? credo che oggi sia di grande attualit?, ma non solo.

Spesso mi sento a disagio a parlare a coppie che cercano la gravidanza, anche se all?inizio della mia attivit? di insegnante del metodo sintotermico non mi ponevo tanto il problema.

Poi ho cominciato a notare nello sguardo delle coppie che incontravo una certa diffidenza che presto ho imparato a decifrare, era come se mi volessero dire: – ma tu che ne puoi sapere? Tu che hai due?figli cosa?ne sai di cosa vuol dire non riuscire ad avere figli??Che ne sai del grande desiderio del nostro cuore, che ne sai del dolore che si prova ad ogni mestruazione, che ne sai del senso di fallimento??- Continua

Agnese Messina
Agnese Messina, moglie di Mario da 16 anni, mamma di Marta 15 anni e Matteo 13 anni, mamma affidataria. Insegnante del metodo sintotermico Camen, presidente della Bottega dell’Orefice – Sicilia e formatrice di insegnanti per la scuola St. Camen. Si occupa inoltre dei corsi sull’affettività e sessualità per ragazzi ed adulti. Tiene corsi di formazione per gli operatori dei consultori di ispirazione cattolica, e collabora con la pastorale familiare dell’Arcidiocesi di Catania e con lo Studio Teologico di Catania per la formazione degli operatori. Ha frequentato il master in fertilità e sessualità coniugale presso l’Istituto Giovanni Paolo II.

Limbo esistenziale

MARITOVorrei dedicare questo spazio per un momento a riflettere su una situazione esistenziale che sperimento con sempre maggiore frequenza tra amici, conoscenti e talvolta parenti, una sorta di limbo esistenziale in cui tutte le scelte definitive vengono rimandate sempre “oltre”, e la vita scorre su binari incerti e semibui che per? con il passare del tempo diventano sempre pi? difficili da modificare.

Penso che mai come nella nostra epoca giovani?e meno giovani sperimentano un limbo esistenziale talvolta scavato con le proprie mani ma molto pi? spesso frutto di pressioni sociali, culturali ed economiche crudelmente ingannevoli. Continua

Marito per Vocazione
No, non ? una M&M, anzi non ? ?una? affatto, ? un marito e padre. Per vocazione, chiaramente. Una volta al mese metter? il naso nel nostro mondo, ma senza invadenza.
Poi torner? a seguire la Champions, non preoccupatevi.