Sara

Sara

Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

UN LIBRO SUL COMODINO: LUIGI E ZELIA MARTIN

image

Santi della normalit?: un sottotitolo davvero azzeccato per questo libro.

Di conseguenza le domande che sorgono sono numerose:
Pu? una coppia di sposi diventare santa?
Com?? possibile?
Come si fa?
Dedicandosi alla famiglia ci si pu? avvicinare di pi? a Dio?
Quanto pu? influire la vocazione al matrimonio sull?educazione dei figli? Continua

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

un libro sul comodino: Parabole come pietre

?Parabole come pietre? di Alberto Maggi ? il libro sul comodino di questo mese.

Per chi non lo conoscesse, fra Alberto appartiene all’ordine dei Servi di Maria; direttore del Centro Studi Biblici ?G. Vannucci?, cura la divulgazione, a livello popolare, della ricerca scientifica nel settore biblico.

Personaggio che pu? apparire sopra le righe, a volte quasi fastidioso, ma innamorato della parola di Dio e profondamente convinto della necessit? di tradurre il Vangelo in parole comprensibili a tutti, nel testo che presentiamo analizza numerose parabole, portando alla luce aspetti che spesso non vengono presi in considerazione, ma che possono portare chi legge a chiedersi quanto a volte la religione diventi ostacolo anzich? trampolino di lancio per la vita di fede. Continua

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

Un libro sul comodino: Il mistero della mia Pasqua

comodinoCome vivere la Quaresima e prepararsi alla Pasqua cos? da rendere spiritualmente fruttuoso questo periodo denso di significato per la nostra fede?

Un valido aiuto viene dalla lettura del ?libro sul comodino? di questo mese: ?Il mistero della mia Pasqua?, la cui autrice ha voluto rimanere anonima, forse per far parlare Ges? pi? che se stessa.

Continua

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

Un libro sul comodino: il diario di Santa Faustina

imageA chi ha un po’ di dimestichezza con i santi, quando si parla di Misericordia, viene subito in mente Faustina Kowalska, canonizzata da San Giovanni Paolo II, proprio in virt? della profonda conoscenza della Misericordia Divina da lei acquisita, attraverso la grazia di straordinarie esperienze mistiche. Continua

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

La novena di Natale per bambini pronta da pregare!

imageCon l?arrivo del Natale la Chiesa intera non solo si prepara a rivivere la venuta di Ges? nel mondo, quale Verbo Incarnato, ma si prepara anche ad attendere il ritorno di Cristo, per dare compimento? al Regno di Dio su questa terra.

Nel momento in cui il cielo sfiora la terra, Dio, nella sua onnipotenza, si fa, nel grembo di una donna, piccolo bambino uomo, per essere vicino ad ognuno di noi e mostrare la via che porta a Lui.

Dal desiderio di entrare pi? in profondit? in questo mistero, nasce la necessit? di trovare parole e preghiere che aiutino a predisporre il cuore ad accogliere il grandioso Evento.

Un esempio ? la Novena di Natale, che ci accompagna e ci prepara al Natale nei giorni che vanno dal 16 al 24 dicembre.?Qual ? la sua origine?
Continua

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

Un libro sul comodino: l’abbraccio benedicente

L?Anno della Misericordia indetto da Papa Francesco pu? diventare per il cristiano l?occasione buona per cercare di sondare il mistero della misericordia di Dio.image

Il libro proposto questo mese, “L’abbraccio benedicente” di Henri Nouwen, analizza i personaggi della famosa parabola del Padre misericordioso, alla luce del quadro di Rembrandt ?Il ritorno del figlio prodigo?.
La lettura scorre fluida, dipanando un possibile percorso di maturazione spirituale sulle orme delle tre persone principali della parabola: il figlio minore, il figlio maggiore e il padre.
Perch? ?che tu sia il figlio pi? giovane o il figlio maggiore, ti devi rendere conto di essere chiamato a diventare il padre?.
L?avevate mai preso in considerazione? Continua

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

Un LIBRO sul comodino

Il libro sul comodino di questo mese ? “Forza ragazzi! Racconti di una famiglia” di Pierluigi e Anna Maria Castaldi, sposi e genitori cristiani che testimoniano la loro fede attraverso la narrazione delle loro vicende familiari.

Accanto ai teneri ricordi di una vita trascorsa insieme, i coniugi Castaldi ripercorrono le ragioni e le scelte su cui hanno voluto impostare la loro esistenza: l’amore per?il Signore e il prossimo, la fiducia nella Provvidenza e l’apertura alla vita.

La fede condivisa diventa il motore di questa coppia che racconta: Continua

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

Mi ascolti?

L’ascolto ? una delle abilit? pi? importanti da apprendere per costruire un matrimonio solido.

Ma non ? sempre facile, nel rapporto di coppia, n? ascoltare n? sentirsi sempre pienamente ascoltati?(e compresi) dal proprio coniuge…

Cosa possiamo fare quando lui non ci ascolta???

1. Sicuramente la prima cosa ? lavorare sulla?NOSTRA?capacit? di ascoltare. Infatti una persona che si sente ascoltata e rispettata, a sua volta ascolta pi? volentieri!

2. ? poi fondamentale mostrare a nostro marito che siamo disponibili non solo ad ascoltarlo quando parla, ma anche a stargli semplicemente vicino quando non ha intenzione di parlare.

Molti uomini (non tutti, ovviamente!), trovano grande soddisfazione e si sentono accolti, quando la propria moglie sta vicino a loro, anche senza parlare, mentre fanno altre cose (lavori o hobby…).

Questo ? tanto pi? importante quanto pi? nostro marito ??una persona “taciturna”.

Sentendosi accolto anche nei suoi silenzi, gli risulter? pi? facile accettare di comunicare e imparare a prestare attenzione alle nostre parole.
Ovviamente potrebbe trattarsi di un percorso lungo, ma la nostra pazienza e la nostra accoglienza porteranno frutto.

3. Se abbiamo a che fare con un marito “distratto“, sar? fondamentale trovare il momento giusto: se lo sommergiamo di parole quando ??appena rientrato dal lavoro ed ha solo voglia di rilassarsi, sar? difficile che ci presti attenzione!

Proviamo a studiare quale pu? essere il momento in cui lui si sente pi? disponibile all’ascolto! Anche questo ? un gesto di attenzione che segnala la nostra volont? di accogliere nostro marito, rispettando anche i suoi momenti di stanchezza!


Immagine: BeppeBeppetti

facebook3

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

Amore, giochiamo? 4# Regole e limiti. Come deciderli insieme?

L’intimità con il proprio sposo, vissuta in pienezza nella sua duplice dimensione unitiva e procreativa , ha una componente LUDICA!

Perché l’intimità sessuale può essere considerata anche in questo aspetto ludico?

Ogni gioco si presenta come una

ATTIVITÀ REGOLATA

Il gioco infatti segue un codice preciso: se si desidera inserirsi in un gioco è necessario conoscere e aderire a delle regole prefissate cui sottostare, pena il fallimento del gioco stesso.
Le regole perciò servono a garantire il buon funzionamento del gioco.

La scorsa settimana abbiamo compreso che, come sposi cattolici, sappiamo che esistono alcune “regole” nell’intimità con nostro marito, suggerite dalla Chiesa, che ci permettono di sperimentare la sessualità nella sua pienezza.

Ma quando, come coppia, teniamo conto delle esigenze che la Chiesa ci descrive, allora possiamo chiederci: per il resto….? è tutto lecito?? O ci sono altre regole, limiti che dobbiamo tenere in considerazione?

In verità la coppia, quando sa mantenere le caratteristiche di dono di sé e di fecondità che le appartengono, vive una grande libertà nel gestire la propria intimità.

Ci sono però alcune considerazioni:

  • su questo tema si incontrano le sensibilità e i vissuti di due persone diverse. Non sempre l’uomo e la donna reagiscono allo stesso modo alle proposte del partner. È quindi necessario imparare a dialogare su questi temi e a mostrare profondo rispetto.
  • scrive San Paolo: “Tutto mi è lecito! Sì, ma non tutto giova” (1Cor 6,12).
    In particolare, concentrarsi eccessivamente sull’aspetto fisico del rapporto sessuale, ci può portare a sottovalutare l’aspetto spirituale e relazionale dell’intimità, finendo per dimenticare che fare l’amore è un impegno e una promessa, è comunicare il nostro desiderio di reale intimità con l’altro.
  • c’è un atteggiamento che è sempre sbagliato, ed è sempre peccato: l’egoismo! Impostare una relazione sessuale sul pretendere e concentrandosi solo su di sè è un atto di egoismo, ed è sbagliato! Chiedere all’altro qualcosa che lo mette a disagio è un atto di egoismo, ed è sbagliato!
    Il letto nuziale dovrebbe essere vissuto come un “posto sicuro” da entrambi!
  • se ci sono alcune situazioni o richieste che mettono a disagio, è più che lecito dire di no, ed è giusto non sentirsi “costretti” dal partner, ma sarebbe altrettanto giusto provare a chiedersi il perché della nostra fatica.

Una sfida per te:

Trova il momento giusto per affrontare questo tema con il tuo sposo: una sera tranquilla e intima, a letto, prova a confidare a tuo marito, onestamente, quali sono le cose che ti piacciono, quelle che invece non ti mettono a tuo agio. Chiedi a lui di fare altrettanto.
Ricorda che la comunicazione e il dialogo sono essenziali per la vita intima della coppia!

Non perdete l’appuntamento con i post “Amore, giochiamo?”, ogni giovedì qui su M&M!

facebook3

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.