Rileggendo la promessa: con la grazia di Cristo

Care sorelle, proseguiamo il nostro cammino di approfondimento della promessa matrimoniale, per aiutarci a fare memoria delle parole pronunciate, ad andare sempre pi? a fondo nel loro significato, a ridirle a nostro marito e riascoltarle da lui per ritrovare quella comunione di cui ? garante Dio stesso da quando ci siamo sposate.

image

Continua

Chiara C.
Il suo più grande amore? Gesù, che le ha fatto scoprire di essere amata, preziosa e unica ai Suoi occhi. Dopo un lungo e travagliato discernimento che l’ha portata anche a un’esperienza di postulato in convento, e accompagnata in un cammino francescano di gifra, il Signore l’ha condotta a Luca, sposato dopo un anno di conoscenza, con la fretta di chi ha scoperto un tesoro e corre ad annunciarlo. Insieme sono genitori di Benedetta e Samuele. Il loro più grande desiderio è diventare santi insieme, vivere la quotidianità in semplicità e faticare allegramente mano per mano giorno dopo giorno, restituendo ciò che hanno ricevuto. Insieme scrivono un blog di pensieri sulla vita matrimoniale.

La gioia del sacramento

image

Domenica scorsa ho fatto la mia Prima Comunione. Mi sono vestito con una veste bianca e mi sono seduto in un banchetto tutto decorato di bianco con tanti fiori preparato per me dalle suore.
La Messa ? stata davvero molto bella con tutti i canti in latino. Ero davvero molto emozionato di poter ricevere il corpo di Cristo. ? stato bello fare la Comunione in ginocchio e anche il momento in cui il sacerdote mi ha consacrato alla Madonna e mi ha dato la Medaglia Miracolosa benedetta.
Sono stato davvero felice di vivere questo momento insieme alla mia famiglia e ai nonni.

Enrico

Continua

Chiara
Moglie e mamma a tempo pieno. Innamorata con tutto il cuore del suo sposo e delle sue tre piccole pesti. Appassionata di cucito e handmade. Cerca di fare della fede in cui crede un vero e proprio stile di vita coerente a santa Romana Chiesa.

Cosa significa “apertura alla vita”?

imageIl giorno in cui ci siamo sposati, prima della manifestazione del consenso, il sacerdote ci ha posto alcune domande, le ricordate? Continua

Rossana
Innamorata di Gesù e appassionata della Chiesa, realizza (o sarebbe meglio dire, inizia a realizzare) la sua Vocazione sposando nel 2008 il suo migliore amico. Laureata in Scienze Religiose, lavora come insegnante di religione nelle scuole superiori. È mamma di quattro meravigliosi bambini.

S.o.S. Summer!!! Attivita’ da fare con i bambini

90 giorni…13 settimane…3 mesi…? questo ?il tempo che i nostri bambini, a riposo dalle attivit? scolastiche, saranno a casa per le loro meritate ferie!

E’ tempo di vacanze, tuffi, camminate, riposo, viaggi, risate… Ma anche, soprattutto per chi in casa ha una piccola trib?, tempo da organizzare per evitare che litigi e capricci abbiano il sopravvento.? Continua

Silvia
Trismamma di Gaia, Giorgia e Greta e moglie di Nicola dal 2008. Cresce in una piccola parrocchia di 1000 abitanti facendo l?animatrice, fino a quando viene rapita dallo scoutismo e l? vive anni bellissimi!

Educare nella fede

Gli abitanti della citt? dissero a Eliseo: “Ecco ? bello soggiornare in questa citt?, come tu stesso puoi constatare, signore, ma l’acqua ? cattiva e la terra ? sterile”.
Ed egli disse: “Prendetemi una pentola nuova e mettetevi del sale”. Gliela portarono.
Eliseo si rec? alla sorgente dell’acqua e vi vers? il sale, pronunziando queste parole: “Dice il Signore: Rendo sane queste acque; da esse non si diffonderanno pi? morte e sterilit?”.
Le acque rimasero sane fino ad oggi, secondo la parola pronunziata da Eliseo.?

2Re 2,19-22

Se ? vero che ? il Signore a sanare e purificare le acque, ? altrettanto vero che senza Eliseo, che si presta alla volont? del Signore, nulla sarebbe successo. Secondo una meravigliosa costante della Storia della Salvezza, Dio non pu? nulla senza la collaborazione dell’uomo. Continua

Rossana
Innamorata di Gesù e appassionata della Chiesa, realizza (o sarebbe meglio dire, inizia a realizzare) la sua Vocazione sposando nel 2008 il suo migliore amico. Laureata in Scienze Religiose, lavora come insegnante di religione nelle scuole superiori. È mamma di quattro meravigliosi bambini.

Come gestire le relazioni con genitori e suoceri: sostenetevi a vicenda

In queste settimane abbiamo visto tanti modi per imparare a gestire le relazioni con genitori e suoceri, per creare un clima sereno nella nostra famiglia.

Il segreto ? quello di rendersi conto che?quella?che si ? formata con il Sacramento delle Nozze?? una?nuova famiglia, che ha bisogno della propria autonomia e indipendenza, senza dimenticare il giusto rispetto e amore dovuto alle famiglie d’origine. Continua

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

Come e quando pregare in coppia. Alcuni consigli!

imageEsiste una?liturgia della coppia?

Certo! Perch??? bene ricordare che nella preghiera non contano solo le parole! Ogni liturgia nella Chiesa e’ composta da un’armonia di parole e gesti, perch? anche il corpo e’ importante! Continua

Rossana
Innamorata di Gesù e appassionata della Chiesa, realizza (o sarebbe meglio dire, inizia a realizzare) la sua Vocazione sposando nel 2008 il suo migliore amico. Laureata in Scienze Religiose, lavora come insegnante di religione nelle scuole superiori. È mamma di quattro meravigliosi bambini.

Perche’ e’ importante pregare in coppia?

imagePerch? ? importante pregare in coppia?

Ges?, che si ? unito alla nostra coppia nel giorno delle nozze, desidera rimanere con noi e sostenerci donandoci la forza di seguirLo, di rialzarci, di perdonarci l’un l’altro, di amarci di un amore soprannaturale (CCC 1642).

La preghiera in coppia ? realmente fondamentale, perch? contribuisce a far crescere la relazione con Dio e d? solidit? alla relazione tra gli sposi!

Pregando, gli sposi si mettono insieme di fronte a Ges?, che ? Verit?! Ci? significa aprire davanti al coniuge e a Dio la profondit? del proprio cuore, significa non tenere nulla per s?, unirsi in intimit? vera.
Pregando insieme gli sposi hanno la possibilit? di sperimentare in modo speciale e intenso la loro unit?!

Eppure non ? semplice!
Spesso pu? essere impossibile trovare tempi prolungati di preghiera, e questo ci fa sentire in colpa, o peggio, ci fa desistere ancor prima di iniziare (non abbiamo tempo… siamo troppo impegnati). Ma in realt?: una preghiera intensa e costante (anche 5 minuti al giorno) ? pi? fruttuosa per la coppia di una preghiera prolungata ma saltuaria.

D’altra parte una preghiera per essere intensa e sentita non dev’essere obbligatoriamente formata da lunghi discorsi o tante parole!
Sant’Agostino dice:

“il pregare a lungo non ? lo stesso che pregare con molte parole. Altro ? discorso lungo, altro ? uno stato d’animo prolungato”.

Anche una breve preghiera, ma vissuta in comunione ed intensit?, pu? dar vita ad uno “stato d’animo prolungato”, ad un appassionato e duraturo desiderio di bene.

? preghiera che si fa vita, cuore, volont? di amare!

facebook3

Rossana
Innamorata di Gesù e appassionata della Chiesa, realizza (o sarebbe meglio dire, inizia a realizzare) la sua Vocazione sposando nel 2008 il suo migliore amico. Laureata in Scienze Religiose, lavora come insegnante di religione nelle scuole superiori. È mamma di quattro meravigliosi bambini.