Il mistero del dolore e i nostri alleati

Giorni fa mi sono trovata davanti a un interrogativo per me davvero scomodo, che vorrei proporre e provare a approfondire attraverso la vita della santa di cui parleremo oggi.

Ecco la domanda:
Nel condurre la nostra vita di spose, madri, donne cristiane impegnate in famiglia, in parrocchia, nel sociale, siamo davvero pronte a vivere cristianamente le prove e gli eventi drammatici che la vita può riservarci? Abbiamo riempito le nostre lampade come le vergini del Vangelo di Matteo, siamo state previdenti?
Quali sono le armi per combattere e non lasciarci vincere dalla paura, dallo sconforto e dalla tristezza, quei sentimenti che fanno parte della nostra natura e che dobbiamo essere capaci di ascoltare senza diventarne vittime?

Mentre mi rivolgevo queste domande, trovandomi alquanto in difetto, mi sono detta… ci vuole un aiuto… E ho iniziato a riflettere sugli alleati che scelgo quotidianamente, settimanalmente.
Essendo piuttosto giovane nella fede, volentieri attingo dalla vita dei fratelli nella nostra comunità locale e allargando il cerchio a quella dei santi, la cui testimonianza posso leggere in silenzio, quando posso a volte anche la notte, quando le bambine riposano e anche il mio cuore non è distratto.

Ecco che così oggi vorrei conoscere insieme a voi Santa Giovanna Francesca di Chantal.

Continua

Nicoletta
Si definisce una “convertita” perché ha maturato la fede in età adulta. Dal giorno del matrimonio con Luigi la Grazia non è mai mancata e dalla loro unione sono nate Maria Francesca e Elisabetta. Cerca di conoscere ogni giorno un po’ di più sulla bella storia di Amore che Dio ha scritto e vuole continuamente scrivere con noi.

UN LIBRO SUL COMODINO: LUIGI E ZELIA MARTIN

image

Santi della normalit?: un sottotitolo davvero azzeccato per questo libro.

Di conseguenza le domande che sorgono sono numerose:
Pu? una coppia di sposi diventare santa?
Com?? possibile?
Come si fa?
Dedicandosi alla famiglia ci si pu? avvicinare di pi? a Dio?
Quanto pu? influire la vocazione al matrimonio sull?educazione dei figli? Continua

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

Challenge me! Una sfida d’Amore

imageGi?,?dobbiamo renderci conto che, come donne, abbiamo il potere di cambiare il nostro matrimonio, molto pi? di quanto mai abbiamo immaginato!

Certo, ? molto difficile apprezzare un uomo quando magari non ci si sente amate, perch? l?amore chiede di essere nutrito reciprocamente.
Alcune di noi vivono con tanta fatica un?atmosfera familiare in cui si sentono non amate dal proprio sposo.

Ma da questa situazione ? possibile uscire, basta fare il primo passo. Continua

Eleonora
Incontra lo sguardo del suo futuro marito a 11 anni e da quel giorno ne rimane follemente innamorata. Crescono assieme nella vita e nella fede e vengono accompagnati da Lui all?altare nel 2009. Mamma, moglie, sorella, figlia, insegnante di Scienze, cerca di districarsi fra tutti questi impegni come meglio puo? con fede ed un pizzico di ironia.

Che lingua (d’amore) parla tuo marito? Scoprilo con un test!

Lo sapevi che l?amore parla lingue diverse?!

E tu? Sai quale lingua parla tuo marito?

Il tempo per far sentire amati i nostri mariti ? sempre troppo poco.. perch? allora non scoprire qualche trucco per farlo sentire unico e speciale? Continua

Eleonora
Incontra lo sguardo del suo futuro marito a 11 anni e da quel giorno ne rimane follemente innamorata. Crescono assieme nella vita e nella fede e vengono accompagnati da Lui all?altare nel 2009. Mamma, moglie, sorella, figlia, insegnante di Scienze, cerca di districarsi fra tutti questi impegni come meglio puo? con fede ed un pizzico di ironia.

Educare nella fede

Gli abitanti della citt? dissero a Eliseo: “Ecco ? bello soggiornare in questa citt?, come tu stesso puoi constatare, signore, ma l’acqua ? cattiva e la terra ? sterile”.
Ed egli disse: “Prendetemi una pentola nuova e mettetevi del sale”. Gliela portarono.
Eliseo si rec? alla sorgente dell’acqua e vi vers? il sale, pronunziando queste parole: “Dice il Signore: Rendo sane queste acque; da esse non si diffonderanno pi? morte e sterilit?”.
Le acque rimasero sane fino ad oggi, secondo la parola pronunziata da Eliseo.?

2Re 2,19-22

Se ? vero che ? il Signore a sanare e purificare le acque, ? altrettanto vero che senza Eliseo, che si presta alla volont? del Signore, nulla sarebbe successo. Secondo una meravigliosa costante della Storia della Salvezza, Dio non pu? nulla senza la collaborazione dell’uomo. Continua

Rossana
Innamorata di Gesù e appassionata della Chiesa, realizza (o sarebbe meglio dire, inizia a realizzare) la sua Vocazione sposando nel 2008 il suo migliore amico. Laureata in Scienze Religiose, lavora come insegnante di religione nelle scuole superiori. È mamma di quattro meravigliosi bambini.

Chi sono le Mogli e Mamme per Vocazione?

Le Mogli e Mamme per Vocazione sono donne convinte che il Matrimonio sia una VOCAZIONE, non semplicemente, quindi, una libera scelta di un uomo e di una donna, bens? una libera risposta ad una chiamata che precede.

“Dio stesso ? l’autore del Matrimonio”

Lo dice la Chiesa, nella Gaudium et Spes.

Dio non solo lo benedice, non solo ritiene che sia “cosa molto buona” (Gen 1,31), ma ? Lui stesso che iscrive questa chiamata nel cuore e nella natura stessa dell’uomo e della donna (Catechismo 1603).

“Dio ? amore (1Gv 4,8) e vive in se stesso un mistero di comunione personale d’amore. Creandola a sua immagine e continuamente conservandola nell’essere, Dio iscrive nell’umanit? dell’uomo e della donna la vocazione, e quindi la capacit? e la responsabilit? dell’amore e della comunione”.

(Familiaris Consortio 11)

Grate di questa chiamata all’amore, che nella nostra vita si concretizza nell’amore famigliare, camminiamo con la consapevolezze della capacit? e della responsabilit? che Dio ci ha dato.

Certe delle nostre fatiche e dei nostri limiti, che spesso sembrano sconvolgere la bellezza della nostra chiamata, viviamo bisognose della grazia di Dio, senza la quale “l’uomo e la donna non possono giungere a realizzare l’unione delle loro vite, in vista della quale Dio li ha creati”. (Catechismo 1608)

facebook3

Rossana
Innamorata di Gesù e appassionata della Chiesa, realizza (o sarebbe meglio dire, inizia a realizzare) la sua Vocazione sposando nel 2008 il suo migliore amico. Laureata in Scienze Religiose, lavora come insegnante di religione nelle scuole superiori. È mamma di quattro meravigliosi bambini.

Pregare [ad alta voce] con e per tuo marito

imageUna coppia di sposi credenti che prega?insieme diventa?pi? solida e forte.

Non ? sempre semplice, per?, sentirsi liberi di esprimere le proprie intenzioni ad alta voce, ? necessaria una forte?intimit? spirituale tra marito e moglie!

Eppure, ne siamo convinti, la preghiera di coppia permette di rafforzare e sostenere la nostra relazione matrimoniale, poich? viene affidata direttamente nelle mani di Dio, l?unico che pu? soddisfare tutti i nostri bisogni!

Come trovare il modo per pregare ad alta voce per e con il proprio marito?

Ecco una modalit?:

  1. Per prima cosa ? necessario dedicare cinque?minuti al giorno alla preghiera con il proprio marito. ? preferibile infatti un momento breve ma ripetuto con costanza tutti i giorni, piuttosto di una full immersion molto diradata nel tempo!
  2. Il passo successivo ? chiedere al coniuge: ?C?? qualcosa per cui vuoi che io preghi per te?? Quanto spesso, infatti, diamo per scontato di conoscere e sapere le intenzioni di preghiera di nostro marito….
  3. Cerchiamo?di accogliere?la sua richiesta, senza strumentalizzarla o interpretarla a nostro piacimento.
  4. Preghiamo per l’intenzione proposta da nostro marito, e continuiamo a pregare anche se la richiesta ? sempre la stessa! ? necessario perseverare senza arrendersi: ricordiamoci che la potenza di Dio non ha limiti!

Affidiamo a Dio nostro marito e la nostra coppia, permettendoGli di divenire per noi?rifugio e fortezza, aiuto infallibile.

facebook3

Sara
Sposa felice, cerca di essere coerente nelle scelte di vita alla dottrina della Chiesa e all?amore per Gesu?. E? insegnante di scuola dell?infanzia e animatrice per gli adolescenti in parrocchia.

La strada per la santita’

strada per la santit??Come dice Edith Stein, l?anima della donna deve essere AMPIA, cio? aperta a tutti;

CALDA e LUMINOSA per aiutare anche le piantine che stentano;

PIENA DI PACE perch? quando c?? il temporale i germogli possono non farcela;

RISERVATA perch? ci sono dei momenti in cui le intrusioni dall?esterno sono pericolose come una tromba d?aria;

VUOTA DI S? per fare spazio, perch? ci vuole terreno fertile per far crescere qualcosa; Continua

Eleonora
Incontra lo sguardo del suo futuro marito a 11 anni e da quel giorno ne rimane follemente innamorata. Crescono assieme nella vita e nella fede e vengono accompagnati da Lui all?altare nel 2009. Mamma, moglie, sorella, figlia, insegnante di Scienze, cerca di districarsi fra tutti questi impegni come meglio puo? con fede ed un pizzico di ironia.

A cosa servi mamma?

mamma?Mamma, io ero legato a te dall?ombellico??

?Certo amore!?

?E anche tu eri legata alla nonna??

?S?, proprio come una catena!?

?E quando uno nasce cosa succede??

?Tagliano il cordone ombelicale con le forbici e poi rimane il segno..?

?Ma allora al pap? non si ? legati?? Continua

Eleonora
Incontra lo sguardo del suo futuro marito a 11 anni e da quel giorno ne rimane follemente innamorata. Crescono assieme nella vita e nella fede e vengono accompagnati da Lui all?altare nel 2009. Mamma, moglie, sorella, figlia, insegnante di Scienze, cerca di districarsi fra tutti questi impegni come meglio puo? con fede ed un pizzico di ironia.