Spiegare chi e’ lo Spirito Santo ai bambini

Parlare di fede ai bambini, talvolta, può non essere semplice. Soprattutto quando si tratta di spiegare loro Verità che noi stessi, per primi, facciamo fatica a comprendere del tutto, figuriamoci spiegarle a parole.

Una delle difficoltà più grosse che ho riscontrato, nella mia esperienza nella formazione dei catechisti, è quella di spiegare ai bambini chi è lo Spirito Santo.

Chi è lo Spirito santo? Come agisce? Come far comprendere lo Spirito Santo ai bambini?

Con i miei figli, e anche con i bimbi del mio gruppo di catechismo, ho provato a spiegare chi è lo Spirito Santo attraverso un’attività che, oltre ad essere in sè divertente e interessante, ha il pregio di comunicare in modo intuitivo chi è lo Spirito Santo.

Continua

Consacrare alla Madonna la propria casa e la propria famiglia

Il mese di Maggio è un mese al quale tengo proprio tanto: fin da piccola, grazie a una santa nonna che mi ha cresciuto, avevamo la tradizione di recitare ogni sera, nel nostro giardino di casa, il Santo Rosario in Maggio. Ricordo che venivano tutte le amiche della nonna che abitavano nella via.. e chi se le scorda le intonazioni ai canti mariani che avvenivano alla fine delle preghiere? Ricordo le risate soffocate con le cugine, per le esibizioni canore alle quali assistevamo!

Fatto sta che, goccia dopo goccia, questa abitudine si è radicata in me, e ancora oggi, ad ogni Maggio si ripete. Ed ogni anno grandi GRAZIE!

Quest’anno, nel nostro M&Maggio ricordiamo le parole di Maria nelle apparizioni ai tre pastorelli di Fatima, cercando di capirne l’attualità per la nostra vocazione.

Maria chiede con insistenza che noi tutti ci consacriamo al Suo Cuore Immacolato, e noi, nella certezza che questa consacrazione porterà pace nella nostra famiglia, abbiamo pensato di consacrare non solo noi stessi, ma l’intera nostra famiglia e la nostra casa a Lei.

Continua

Direttive matrimoniali: 1 Cor 7,4-6

Ho deciso di condividere con voi uno dei tanti lavori svolti durante il Master in fertilità e sessualità coniugale che ho frequentato presso l’Istituto Giovanni Paolo II qualche anno fa. La mia riflessione nasceva mentre preparavo la tesina per il corso “Prospettive bibliche sull’amore umano”, perché da diverso tempo con mio marito usavamo questo brano per introdurre i nostri incontri con i fidanzati e ho deciso di approfittare del mio professore chiedendo la sua opinione.

La riporto così come la scrissi allora ed aggiungerò, al termine, le parole che il professore mi scrisse dopo averla letta.
Continua

Maria, madre della famiglia, insegnaci ad offrire.

Qualche giorno fa, mio marito mi ha raccontato di un collega di lavoro che si è assentato per qualche giorno per frequentare con la moglie un corso di esercizi spirituali. Che meraviglia, ho subito pensato. E che nostalgia! Anch’io – ho detto a mio marito – vorrei potermi permettere di staccare da tutto per un paio di giorni e andare a un corso di esercizi spirituali insieme a te.
Mio marito mi ha fatto notare, giustamente, che il collega ha più di 50 anni e i suoi tre figli sono grandi e autonomi. Noi, con i nostri quattro bambini sotto i 7 anni di età, stiamo vivendo una fase in cui, da questo punto di vista, ci vengono chiesti un po’ di sacrifici. Continua

Rileggendo la promessa: nella gioia e nel dolore

Continuiamo il nostro cammino all’interno della promessa matrimoniale: dopo aver riflettuto insieme sulla frase “prometto di esserti fedele sempre” è il momento di guardare alla seconda parte di ciò che pronunciamo al nostro sposo, che si riferisce al come e quando ti accolgo come sposo: nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia.

Continua