Pregare con le icone: la discesa agli inferi

Nel Credo che recitiamo ogni domenica a Messa, la Chiesa proclama:

Io credo in Dio Padre onnipotente… e in Gesù Cristo, suo unico figlio e nostro Signore il quale… fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte… Credo nello Spirito Santo…

Anche la liturgia del mattutino del Sabato Santo riporta:

Tu sei disceso sulla terra per salvare Adamo e, non trovandolo, sei andato a cercarlo fin nell’inferno.

Nel Vangelo non ci sono narrazioni che descrivono il momento esatto della Resurrezione di Gesù; si parla di un grande terremoto, del masso spostato, dell’angelo che annuncia alle donne andate al sepolcro:

“Non è qui, è risorto come aveva detto”

Mt 28,6

Per questo motivo le antiche icone della Chiesa ortodossa non raffigurano Gesù che esce dalla tomba ma offrono alla contemplazione dei fedeli il momento della discesa agli inferi. Anche la chiesa occidentale conosce l’iconografia di questa discesa; ricordiamo per esempio l’affresco dell’VIII secolo nella basilica di San Clemente a Roma.

Continua

Metodi Naturali a confronto

Quando si parla di metodi naturali si parla sempre al plurale, perché diversi sono stati gli studi effettuati per dare risposte in merito alla Regolazione Naturale della Fertilità.

In questo post mi soffermerò sull’analisi dei tre metodi insegnati in Italia.
Ovviamente la mia analisi non entrerà nello specifico dell’insegnamento e delle regole, ma darà una prospettiva ampia e generale della situazione, per dare visibilità della proposta a disposizione di ognuno di noi. Continua

La Via Crucis del pettirosso

Si avvicinano le ultime settimane di Quaresima e, come ogni anno, Mogli & Mamme per Vocazione vi propone una Via Crucis adatta ai bambini.

Quest’anno ho trovato questa bellissima Via Crucis del pettirosso: l’avventura di un piccolo uccellino che segue Gesù negli ultimi avvenimenti della sua esistenza terrena, incontrando i vari protagonisti e finendo per avere un ruolo anche lui nella Via Crucis.

Continua

Laudato si’, mi’ Signore

Sono cresciuta in una scuola cattolica piuttosto rigida. Vedevo quella scelta, la vocazione alla vita consacrata, come una costrizione e una rinuncia alla vita. Poi, un giorno ci viene proposto il famoso film di Zeffirelli su San Francesco e i miei occhi si aprono! Quanta bellezza! Quanta gioia!

Da allora ho sempre avuto un debole per questo umile e coraggioso fraticello – anche durante gli anni (taaanti!) nei quali sono stata lontana dalla nostra Madre Chiesa – tanto da scrivere un tema proprio sul Cantico delle Creature come primo esame all’università. Ricordo ancora lo stupore della professoressa quando, all’orale, mi chiese il motivo di quella scelta insolita per un esame di Letteratura Italiana…ok, è forse il più antico testo poetico scritto in volgare ma, diciamoci la verità, non è esattamente la prima opera che viene in mente quando si citano i capolavori del Belpaese.
E in effetti non so neppure io perché lo scelsi…forse solo per dimostrare che non avevo potuto preparare in precedenza il tema…fatto sta che quella scelta (ok, credo non fu solo per quello) mi valse il mio primo 30 e già questo sarebbe un validissimo motivo per essere eternamente riconoscente a questo straordinario santo.

Questa premessa serve solo per spiegarvi il motivo della mia immensa gioia per il fatto che il prossimo raduno M&M si svolgerà proprio ad Assisi!! E siccome credo di non essere la sola a saltellare di gioia, ho pensato che potremmo prepararci a questo incontro anche insieme ai nostri figli.

Continua

Terzo Raduno M&M: ci vediamo ad Assisi!

E’ con grande gioia che vi comunichiamo le date, il luogo e il programma del

3° RADUNO MOGLI & MAMME PER VOCAZIONE

Date: 1 e 2 luglio 2017

Luogo: Santa Maria degli Angeli – Assisi

Programma:

Sabato
Mattina – Arrivo a Santa Maria degli Angeli e ritrovo delle M&M (baci, abbracci e lacrimoni di gioia)
Pranzo – Il momento dei pasti sarà libero, ognuno si organizzerà con la propria famiglia (o con un gruppo di M&M) liberamente.
Pomeriggio – Abbiamo organizzato un momento in Porziuncola, nel quale affideremo i nostri bambini alla Madonna degli Angeli. Alle 18 circa S. Messa prefestiva.
Sera – Per chi vuole, alle 21 a Santa Maria, rosario e processione aux flambeaux

Domenica
Mattina – Visita ad Assisi! Partiremo subito dopo la colazione (ci sono navette ogni mezz’ora) e andremo a visitare tutto ciò che riusciremo: Basilica di Santa Chiara, Basilica di San Francesco (e anche la chiesa dove si è sposata Chiara Corbella)…
Pranzo – un pasto frugale in modo da poter continuare a godere della giornata ad Assisi.
Pomeriggio/sera – rientro a Santa Maria e abbracci a profusione con chi andrà via!!

Per quanto riguarda l’alloggio, qui potete trovare un elenco delle strutture, sono tutte comode, economiche e ben posizionate! Naturalmente suggeriamo di preferire quelle a Santa Maria degli Angeli per questioni logistiche 😉

Un ringraziamento speciale a Loretta Fortuna, Caterina Sanna ed Angelica Dieli per il prezioso contributo e l’impegno nell’organizzazione.

Per comunicare la propria partecipazione, ecco il modulo da compilare!

Pregare con le icone: San Giuseppe

Questo mese proponiamo una meditazione sull’icona di San Giuseppe, poiché, nella tradizione sia religiosa che popolare, marzo è consacrato a questo Santo, di cui si celebra il 19 marzo la solennità liturgica.
Nell’iconografia classica, non si trovano tra le icone immagini in cui compare solo San Giuseppe: lo troviamo raffigurato, insieme a Gesù e a Maria, nelle rappresentazioni dei brani evangelici in cui è citato, quindi nelle icone della Natività, della Fuga in Egitto, della Presentazione al Tempio, e sempre in una posizione non centrale.
La tradizione ortodossa “minimizza” la figura di San Giuseppe, senza peraltro dimenticarne l’importanza, quasi a sottolineare la sua l’umile accettazione e la sottomissione alla volontà divina; al contrario, i Padri Occidentali hanno evidenziato la sua figura, proprio per esaltarne le virtù, affinché la sua esistenza, silenziosa ma decisiva, fosse un esempio per tutti noi.

Continua

Sant’Isidoro e Maria: semplici sposi.

Ci sono giorni in cui ci sentiamo piccoli piccoli, giorni in cui i nostri grandi progetti non si realizzano, quelli in cui ci sentiamo stanchi del lavoro quotidiano, giorni in cui ci domandiamo se il Signore è contento del poco che offriamo. Proprio in giorni come questi è utile riflettere sulla figura di sant’Isidoro e di sua moglie Maria, entrambi agricoltori.

Continua

Una cosa insolita: la carita’

Ogni tanto qualcosa di strano accade.

Da quattordici anni, con mio marito, veniamo contattati dai parroci che ci conoscono per raccontare ai fidanzati la bellezza della sessualità vissuta alla luce degli insegnamenti della Chiesa. Purtroppo devo dire che da questi incontri sono veramente poche le coppie che poi mi contattano per imparare i metodi.

Negli anni abbiamo cambiato la modalità, le cose da dire, gli strumenti utilizzati, ma credo che la realtà sia che le coppie si sposano dopo tanti anni di fidanzamento. Di solito si tratta di persone sempre più grandi ed il desiderio di avere un figlio viene prima di ogni cosa per loro, quindi sentire parlare di come siamo fatti, di come vivere la sessualità nel matrimonio – ma purtroppo in generale il corso tutto – è per loro qualcosa da fare solo perché serve per sposarsi. Continua

Quaresima? Digiuno, preghiera e carita’

Sono tre le attenzioni che la Chiesa ci chiede di mettere in atto durante la Quaresima: il digiuno, la preghiera e la carità. Ognuno di noi è abituato a scegliere uno o più impegni per vivere bene questo momento liturgico, ma oggi vogliamo chiederci insieme a voi: come possiamo aiutare i nostri bambini a vivere questi tre aspetti? Continua